top of page

                                        LITOGRAFIA TRA MILANO E FIRENZE -
                           LITHOGRAPHY BETWEEN MILAN AND FLORENCE

Il Colophon
La prima

Primavera 2020. Tempi molto difficili di emergenza sanitaria. L'arte sembrava non avere futuro in una realtà che era diventata tristemente surreale. Athos Collura e Filippo Becattini, nonostante la distanza tra Milano e Firenze, l'isolamento e le condizioni estreme della pandemia, riescono a creare una speranza  dando vita ad una litografia unica .

Athos aveva iniziato a collaborare negli anni '80 con i genitori di Filippo, Raffaello e Tamara Becattini,  nella loro stamperia "Edigrafica R2b2" di Firenze specializzata nella realizzazione di litografie, xilografie, stampe a rilievo ed incisioni d'arte realizzate con un originale torchio in ghisa risalente ai primi dell’Ottocento.

Dopo la prematura scomparsa di Tamara e Raffaello, Filippo ha proseguito il prezioso lavoro dei genitori e la collaborazione con molti artisti italiani e stranieri, tra cui Athos Collura. Athos e la famiglia Becattini hanno realizzato numerose litografie insieme: la stampa litografica è un processo molto laborioso in quanto l'opera finale risulta dalla sovrapposizione di lastre disegnate colore per colore.
L'intero processo creativo della litografia del 2020 è durato 7 mesi, come spiega Athos Collura stesso: 


"     Questa litografia nasce come una sfida all’isolamento forzato del virus, nonostante condizionamenti di silenzi, paure sociali e culturali. Grazie al sodalizio con lo stampatore Filippo Becattini, ho pianificato la realizzazione dell’opera a distanza tra Milano e Firenze: dalla spedizione della pietra litografica per il disegno del nero alle otto lastre di zinco per i colori.

Ogni lastra da me disegnata è stata spedita a Filippo il quale, dopo averla trattata con l’acido, ha realizzato la stampa del colore prestabilito, mi ha rispedito i fogli di prova con le variazioni dei toni di colori che sono stati a loro volta valutati dal sottoscritto e rispediti a Filippo.

Un rituale ripetuto per tutte le lastre che venivano di volta in volta stampate e sovrapposte per creare l’immagine definitiva, la “tiratura”.

Si è trattato di un’esperienza basata sulla fiducia e sulla professionalità dello stampatore. Ho voluto attribuire un significato particolare al valore dell’opera con una limitatissima tiratura di solo 50 esemplari, più 10 prove d’artista. "


 

Spring 2020. This was a very difficult time because of the global health issue, namely Covid-19. Art seemed to have no future in a reality that had become sadly surreal. Athos Collura and Filippo Becattini, despite the distance between Milan and Florence, the isolation and the extreme conditions of the pandemic, managed to create hope by giving life to a unique lithograph. 
Athos began collaborating in the 1980s with Filippo's parents, Raffaello and Tamara Becattini, in their "Edigrafica R2b2" printing house in Florence which specialised in the creation of lithographs, woodcuts, relief prints, and art engravings made with an original press in cast iron dating back to the early nineteenth century. 

After the premature death of Tamara and Raffaello, Filippo continued the precious work of his parents and the collaboration with many Italian and foreign artists, including Athos Collura. 
Athos and the Becattini family created numerous lithographs together: lithographic printing is a very laborious process as the final work results from the superposition of plates drawn colour by colour. 

The entire creative process of the 2020 lithograph lasted 7 months, as Athos Collura himself explains: 


"       This lithograph was born as a challenge to the forced isolation of the virus, despite the conditioning of silence, social and cultural fears. Thanks to the partnership with the printer Filippo Becattini, I planned the realisation of the work remotely between Milan and Florence: from the shipment of the lithographic stone for the black drawing to the eight zinc plates for the colours.  
 

Each plate designed by me was sent to Filippo who, after treating it with acid, created the print of the pre-established colour, sent me back the test sheets with the variations in the colour tones which were in turn evaluated by the undersigned and sent back to Filippo. 
 

A ritual repeated for all the plates which were printed and superimposed from time to time to create the definitive image, the "run". 
 
It was an experience based on the trust and professionalism of the printer. I wanted to attribute a particular meaning to the value of the work with a very limited edition of only 50 copies, plus 10 artist's proofs. "
  

colore 1
colore 2
colore 3
colore 4
Il blu
colore 6
La firma

Ogni litografia  è stata numerata e firmata dall'autore
Every lithography was numbered and signed by the artist.

bottom of page